Le News di Badolato Le Foto di Badolato I Video di Badolato La Musica di Badolato I Libri di Badolato
Gil Botulino
Gil Botulino la piazza di Badolato
The German Observer
dal 2001
Home Iscrizione Newsletter Pagine Gialle S UNO TV NEWS RAI3 CALABRIA Sondaggi Meteo Appuntamenti
Millions of people have won huge jackpots at www.realmoneyslots247.org. Making money at "real money slots 24/7" is as easy as pie! Get the best selection of casino slot machines at http://www.bestonlinecasinos777.org/. 100 Bonus Spins + 15 Newest slots Wow!!!! - My favorite online casinos for real money - Must see!!

E’ scomparso a Pisa Angelo Coniglio

Pietro Cossari Giovedì 17 Marzo 2011 @ 16:35 Condividi su facebook

Dirigente e amministratore comunista. Aveva 72 anni e pochi giorni prima di morire per un tumore, con la dignità che lo aveva sempre contraddistinto, in una pagina del quotidiano “Il Tirreno”, aveva scritto: “Grazie ai medici per le cure ricevute”.

di Pietro Cossari

Ha destato profondo cordoglio a Guardavalle e in tutto il comprensorio, la notizia dell’improvvisa scomparsa di Angelo Coniglio, indimenticabile figura politica dalle indiscusse doti etiche ed umane.
Nato l’8 maggio 1939, Angelo Coniglio visse da diretto testimone del suo tempo, avvenimenti di particolare rilevanza storica che contribuirono a forgiarlo nel carattere sino ad indurlo all’ardente militanza partitica.Infatti, dopo aver conseguito giovanissimo il diploma d’insegnante di scuola elementare, s’iscrisse al Partito Socialista Italiano. Candidatosi alla carica di consigliere comunale alle elezioni amministrative dell’11 novembre 1962 nella lista “Tromba” di comunisti e socialisti, divenne appena ventitreenne, assessore ai lavori pubblici di Guardavalle. Quando il 12 gennaio 1964 in seguito alla scissione del PSI nacque il PSIUP, Coniglio vi aderì con entusiasmo per poi confluire nel Partito Comunista Italiano ricoprendo incarichi dirigenziali all’interno della sezione cittadina e della Federazione di Catanzaro. Fu sindaco di Guardavalle dal 1965 al 1974, carica che lasciò per incompatibilità nel 1975 essendo stato eletto consigliere provinciale alle elezioni del 15 giugno di quello stesso anno e dal 27 settembre al 3 dicembre 1982. Al Palazzo di Vetro fu riconfermato per le successive due legislature guadagnandosi la stima dei compagni di partito e degli avversari politici. Angelo Coniglio fu anche il primo presidente della Comunità Montana del Versante Ionico, incarico che assolse con onore impegnandosi attivamente a favore del lavoro giovanile e della viabilità interpoderale. Nel febbraio 1991 non condividendo la svolta di Achille Occhetto, passò al partito della Rifondazione Comunista ricoprendone la carica di segretario regionale e candidatosi nel 1995, nuovamente alle provinciali, riuscì ancora una volta, a farsi eleggere consigliere. Nell’ottobre 1998, dopo la caduta del primo governo Prodi voluta da Bertinotti, lasciò Rifondazione per passare nel Partito dei Comunisti Italiani diventando segretario provinciale. Fu socio fondatore dell’associazione politica – culturale “Rinascita di Calabria” e dirigente del sindacato Confederazione Nazionale degli Artigiani prima a Catanzaro e poi a Pisa dove si era trasferito con la famiglia e dove a causa di un tumore, lo colse la morte mercoledì 9 marzo. Durante la campagna elettorale per le elezioni amministrative ed Europee, nell’assemblea pubblica tenutasi martedì 1 giugno 2004 presso il centro d’aggregazione sociale “Incontro” di Badolato Marina, nella sua qualità di candidato alla carica di consigliere provinciale per il Partito dei Comunisti Italiani, ponendo l’accento sulla necessità di tornare a fare politica per la base e con la base popolare, aveva dichiarato: <<Noi  vogliamo partire da quella storia, orgogliosi della stella e della falce e martello. Dopo le elezioni, ci organizzeremo qui a Badolato, per dare il nostro contributo, per risolvere i problemi della gente, per ritornare in prima fila a lottare per il lavoro, per lo sviluppo e per la democrazia di questo territorio. Ormai  - aveva amaramente constatato -  ci si incontra soltanto ai matrimoni e ai funerali e si governa chiusi tra gruppi di amici per decidere come spendere, e molte volte sperperare, il pubblico denaro. Per questo motivo ci si allontana dalla politica ma esiste anche una politica delle idealità e della passione, quella che, ancora dopo tanti anni di militanza, io porto avanti insieme ai tanti compagni del PdCI, ritenendo un vero onore far parte della famiglia dei comunisti di ieri e di oggi!.>> Coerente con le sue idee fino all’ultimo.

P.S.
Cito un aneddoto che mi fa piacere rievocare soprattutto per i giovani che non avevano conosciuto il compagno Coniglio. Per tre legislature consecutive egli era stato il candidato del PCI alle elezioni provinciali contro l’avvocato Francesco Tiani, (venuto a mancare il 24 luglio 2008), candidato della DC. In quel periodo, la politica, pur con tutti i suoi difetti, era vissuta con intensità e passione, ma anzitutto con rispetto nei confronti dell’avversario di turno che veniva contrastato lealmente con ogni mezzo lecito, tra cui la divertente satira, specialmente quella espressa con le vignette. Bene. Nel giugno 1975, durante lo svolgimento dello scrutinio dei voti per il Consiglio Provinciale, i sostenitori dell’avvocato Tiani, certi della sua elezione, convinsero Domenico Bressi “Mimmu Runcu” che allora militava nella gioventù democristiana, a caricaturare il candidato comunista. Mimmo Bressi accolse l’invito e disegnò un coniglio che veniva cotto “nta tiana” suscitando risate a crepapelle. Dal canto loro, i giovani comunisti, dopo aver avuto la sicurezza dell’elezione di Angelo Coniglio, risposero con l’estro di Francesco Criniti “Cicciu do Guardia” che disegnò “na tiana” crepata dalla quale fuoriusciva felice, un coniglio con la falce e il martello nelle mani. Oggi, pensando con nostalgia a quegli alti momenti, viene spontaneo ai vecchi compagni, compararli con la quotidiana meschinità dell’attuale vita politica, muniti dal conforto d’averli vissuti.

 

    Gil Botulino è il gazzettino badolatese di libera informazione, che vanta zero tentativi di imitazione. Foto, Video, Musica, Libri, Appuntamenti, Promozione, Newsletter. Tutto gratis. Puoi supportarlo, offrendo una birra al prezzo di 5 Euro. Puoi offrire quante birre ti pare sul nostro conto PayPal.

    Clicca sul bottone

Comments RSS

Lascia un Commento

Devi fare il login per lasciare un commento.