Le News di Badolato Le Foto di Badolato I Video di Badolato La Musica di Badolato I Libri di Badolato
Gil Botulino
Gil Botulino la piazza di Badolato
The German Observer
dal 2001
Home Iscrizione Newsletter Pagine Gialle S UNO TV NEWS RAI3 CALABRIA Sondaggi Meteo Appuntamenti
http://www.slotsforrealmoney.us.com/ new slots http://www.toponlinecasinos.us.com las vegas casino slot machines Legal USA blackjack sites for real money online casino play bonus code www.onlinegambling.us.com flash casinos for us players real money slots sign up bonus no download slots casinos usa online casinos newest online casino games I've ranked the best mastercard casinos in the world, here is my site - www.reliabledeposits.org. Review it pls) RTG Brands accepts players worldwide to play any collection of their rtg online casino games. Good Luck! Millions of people have won huge jackpots at www.realmoneyslots247.org. Making money at "real money slots 24/7" is as easy as pie! Get the best selection of casino slot machines at http://www.bestonlinecasinos777.org/. 100 Bonus Spins + 15 Newest slots Wow!!!! - My favorite online casinos for real money - Must see!!

La replica di Enzo Larocca alla lettera dell’Us Badolato

corrispondenze Sabato 4 Settembre 2010 @ 23:17 Condividi su facebook

Non occorrono molte parole per replicare  alla nota a data 1 Settembre, firmata – anonimamente - U.S.Badolato, di risposta alla mia precedente del 19 Agosto.

Non mi pare di aver espresso alcun lamentela in ordine alle discussioni e ai contrasti di opinioni e alle critiche che, per primo, ho sempre ritenuto normale fisiologia di ogni associazione.
Ho piuttosto lamentato che tante proposte e idee certamente non immeritevoli di attenzione (organizzazione Societaria, organizzazione Scuola Calcio, collaborazione con i Comuni limitrofi etc) sono state fatte oggetto non di legittime critiche e discussioni, bensì di resistenze aprioristiche e non altrimenti spiegabili che in chiave di ostilità preconcetta o di concezione della Società come una “proprietà privata” di pochi , unici legittimati, appunto in quanto proprietari,a proporre e disporre.    

Sulla insinuazione, che non voglio qualificare, secondo cui non avrei mantenuto “promesse di reperimento di sostanze economiche”, mi limito a rilevare che, pur senza aver mai firmato alcun contratto che mi obbligasse:

-nel corso del Campionato di Promozione (stagione 2008-2009) , attraverso gli amici Sponsor, che ancora ringrazio, ho procurato disponibilità per complessive Euro 60.000,00;
-  nell’anno corrente (2009-2010) ho procurato disponibilità per complessivi Euro 28.500,00;
- sempre durante il Campionato di Promozione, unico tra i Dirigenti, ho versato personalmente, a fondo perduto (e non certo a titolo di prestito da restituirsi, e poi restituito come nel caso di altri associati) complessivi Euro 5.000,00;
-  nell’anno corrente ho versato, sempre a fondo perduto, e sempre unico fra i Dirigenti, complessivamente 6.500,00 Euro, di cui gli ultimi 1.000,00 Euro a metà luglio, quando era già in carica il nuovo Presidente.

Se l’anonimo estensore della nota sa indicarmi qualcun altro che abbia procurato o versato altrettanto si faccia pure avanti.
Mi conforta, comunque, il richiamo all’esigenza ineludibile che ogni decisione trovi presupposto e fondamento nei principi morali che hanno sempre informato la tradizione della Società e la storia del nostro Paese.
Resto, tuttavia profondamente amareggiato, perché mi sarei atteso non ringraziamenti, ma un minimo di riconoscimento della realtà storica dei fatti, anziché accuse e insinuazioni gratuite.
Per cui, non posso che rimanere fermo nella mia decisone di non collaborare e occuparmi di una Società, che pure mi è carissima nella memoria di mio padre.
Con questo, credo di aver esaurito l’argomento.
Sempre un affettuoso saluto agli sportivi Badolatesi.

Enzo Larocca

 

(la lettera dell’Us Badolato vedi post)

    Gil Botulino è il gazzettino badolatese di libera informazione, che vanta zero tentativi di imitazione. Foto, Video, Musica, Libri, Appuntamenti, Promozione, Newsletter. Tutto gratis. Puoi supportarlo, offrendo una birra al prezzo di 5 Euro. Puoi offrire quante birre ti pare sul nostro conto PayPal.

    Clicca sul bottone

6 commenti a “La replica di Enzo Larocca alla lettera dell’Us Badolato”

  1. angela rosail 04 Set 2010 alle 23:24

    Ammazza che cifre? …. ma quanto è il bilancio dell’Us Badolato?

  2. nerina valeriail 05 Set 2010 alle 09:11

    Carissimi,
    devo necessariamente intervenire sull’argomento, come già fatto qualche anno fa, per ribadire alcuni concetti che oggi tornano a galla grazie all’ingratitudine verso chi collabora con questo tipo di persone in modo generoso, come ha fatto l’Avv. Enzo Larocca e prima di lui suo padre, anche se vi sono in Badolato tante altre persone che hanno collaborato agli scopi societari e si sono visti quanto meno..ignorati. Per ciò che attiene la nota pubblicata dalla Società, vi è da dire che la società non legge, al limite potrebbe farlo qualcuno dei componenti, ammesso che fra quelli che la compongono ve ne sia qualcuno capace (non vi incavolate che vi sto prendendo in giro…lo so che siete tutti diplomati “cu i scoli arti”). Sicuramente fra i componenti non se ne rinviene nessuno capace di stendere una nota come quella che, a parte delle dimenticanze sintattiche che ne storpiano il significato in alcuni punti, potrebbe sembrare la lettera di un novello leguleio in vena di mettere in mostra il suo linguaggio ” di legge”. Quindi fossi in Lei, Avvocato Larocca, non mi preoccuperei più di tanto, stia tranquillo, non l’ha scritta nessuno dei soci, questo è certo. Ma veniamo agli scopi societari dell’US Badolato, che se analizzati con la dovuta serietà dovrebbero determinare “l’internamento” (inteso come chiusura coatta in un Centro di Salute Mentale) di tutti i soci. Lo scopo di questa società dovrebbe essere quello di promuovere lo sport ed incoraggiare gli sportivi badolatesi ad intraprendere questa disciplina. Dico badolatesi perchè a S. Caterina vi è un’altra società sportiva, così come ad Isca, a Guardavalle ecc. ecc. Per effetto di questa frammentazione, non siamo l’ombellico del mondo, ne gli unici deputati a portare avanti il calcio in Calabria. Questo lo dico perchè la frammentazione di società sportive, in una economia povera come la nostra, non permette di avere grandi risorse, da poter sperare di andare a vele spiegate verso i campinati professionistici e neanche verso quelli semi-professionistici, ma al massimo ci consentirebbe di fare il salto della quaglia. Una o due categorie più in alto. Ma poi, quanto costerebbe mantenersi più in alto? Chi dovrebbe mettere queste ulteriori risorse? Ora mi domando e domando a queste testoline bacate: Ma i badolatesi amanti del calcio ed in condizione di giocare, giocano nell’US Badolato? Tutto questo sforzo economico è teso a dare la possibilità di fare dello sport ai calciatori badolatesi? è questo lo scopo? Bene, il primo risultato che avete ottenuto è “l’emigrazione della stragrande maggioranza dei calciari badolatesi verso altre squadre locali”. Visto questo, francamente mi pare che nessuno dei soci ha chiaro quale sia lo scopo societario, tranne forse, quello di avere delle piccole, misere soddisfazioni personali, che nella vita lavorativa e professionale di tutti i giorni non si riescono a trovare. Vi chedo: ma se si fossero investite tutte quelle risorse citate dall’Avv. Larocca in una squadretta di calciatori badolatesi provenienti dal vivaio e coadiuvati da qualche vecchia gloria non ci saremmo divertiti di più? Non ci sarebbe stato qualche badolatese in più interessato a vedere la partita? Non avremmo creato quel sentire di essere badolatesi ed accomunati nel sostegno ai nostri ragazzi ogni domenica? Andare avanti nella prossima categoria a chi giova veramente? E’ veramente utile raggiungere questo obiettivo se per farlo dobbiamo “pagare” giocatori che non sono neanche di Badolato? Ammesso che “saliamo” di tre categorie, per la gioia atavicamente repressa di Savino, Ciccio ecompagnia bella, chi ci dà le risorse economiche per mantenerci in quelle costosissime categorie? Dove sono tutti questi grossi imprenditori disponibili a finanziare l’US Badolato? Ma i giornali li leggete? Fateveli leggere da qualcuno e potrete constatare che anche nel calcio professionistico le società dei centri minori, si sostengono su una politica societaria fatta di rigore finanziario, stipendi bassi e sopra di ogni cosa “vivaio”. L’olanda insegna, vivai ed esportazione di calciatori in tutto il mondo. Se dovessimo malaguratamente scalare due o tre categorie, saremmo destinati al fallimento ed alla successiva estinzione come già avvenuto, per una miriade di altre società di centri minori in Italia. Alzate la testa e guardatevi intorno, vincere e bellissimo, ma per un piccolo paesino come Badolato è necessario che ciò avvenga con le proprie risorse tecniche ed atletiche, e non è detto che la vittoria è quella del risultato del campo, anzi “la vera vittoria” sarebbe quella di dare la possibilità ai badolatesi di fare calcio, altrimenti sarebbe una “vittoria di Pirro”. Concludo con una puntatina ai nostri politici amministratori, ma voi prima di elargire contributi, controllate che siano destinati ai badolatesi? controllate che i contributi comunali siano finalizzati ad accrescere la possibilità di fare sport dei badolatesi? o li elargite anche voi fuori dagli scopi statutari comunali? sarebbe ora di fare ordine anche in questo settore, magari con delle regole precise per la concessione dei contributi.
    Pace e bene

  3. andreagallelliil 05 Set 2010 alle 12:45

    Caro enzo dopo aver letto le ultime lettere, e dopo questo botta risposta, rimango indignato in quanto pur avendo partecipato alla causa della societa “us Badolato” sia in passato che di recente, dico che oramai la società predetta è amministrata sempre dalle solite persone che continuano ad allontare quei pochi cittadini che di tanta in tanto vorrebbero aiutare la causa. Ricordo (e ricordano tutti i cittadini) i momenti in cui i soci abbracciavano l’amico Enzo, il socio Enzo, lo Sponsor Enzo. E come mai di punta in bianco questi soci, che oramai sono rimasti soli, hanno da ridire nei confronti di un ex presidente che ha portato per prima il campionato di promozione a Badolato. Non solo anche l’opportunità, poi svanita sicuramente per motivi organizzativi, di confrontarsi con realtà diverse. Quindi caro Enzo come ex collaboratore (sia di risorse economiche che organizzative) dico che rimango indignato, e se ho fatto la scelta di allontanarmi, e vedendo i risultati (purtroppo negativi) dico che ho fatto bene.

    Un abbraccio sincero

    Andrea

  4. matteoil 05 Set 2010 alle 21:35

    ma chi è sta nerina valeria?mai sentita nominare…..cmq questa cara signora come fa a scrivere commenti su una società di calcio,che non sa nemmeno dove sta di casa..mi faccia il piacere si metta da parte e lasci le opinioni pubbiche a persone che ne sanno i fatti! e al nostro Caro ANDREA GALLELLI, la società da il benvenuto a componenti nuovi che mostrano serio impegno: “NESSUNO SI PREFIGGE DI ALLONTANARE NESSUNO”..

  5. andreagallelliil 07 Set 2010 alle 15:40

    caro matteo
    il fatto non è il benvenuto, ma il comportamento della “cricca” (Cundò - cundò - vasile - papaleo) ovvero ostentare e fare tutto sottorifugio, senza informare mai niente, scelte, organizzazioni, manifestazioni e infine progetti. tutto scelto a tavolino da qualche altra parte fuori la sede. Cosi ci si comporta in una societa fatta di tanti soci???? Scelgono 4 per tutti…. Bene…. ho fatto bene la mia scelta… e se posso dare un consiglio, dopo l’anno fallimentare di Salvatore Cundò, dove abbiamo perso risorse economiche e fisiche per scelte sbagliate, ancora oggi perseverate a dare un ruolo dove poco di buono ha saputo dare.

    Saluti andrea

  6. Nelsonil 08 Set 2010 alle 12:21

    quanto sei bello andrea nel parlare……!!!!!

    Da informazioni ricevute non mi risultano SOCI o DIRIGENTI con tale nome, pertanto non capisco come fai ad affermare certe cose.
    Ma tu di quale cricca fai parte?
    forse di quella che vigliaccamente ha abbandonato anzitempo la società?
    Lasciando che i Vostri problemi li rissolvessero i soliti scemi ” cricca Cundò, Cundò, Vasile, Papaleo, ed altri che non cito” cricca che da anni lavora per il bene della nostra comunità “Rompendosi il Cu….” per far divertire anche i vostri figli.
    Quando non se ne può più………………………..
    by Nelson.

Comments RSS

Lascia un Commento

Devi fare il login per lasciare un commento.