Le News di Badolato Le Foto di Badolato I Video di Badolato La Musica di Badolato I Libri di Badolato
Gil Botulino
Gil Botulino la piazza di Badolato
The German Observer
dal 2001
Home Iscrizione Newsletter Pagine Gialle S UNO TV NEWS RAI3 CALABRIA Sondaggi Meteo Appuntamenti
http://www.slotsforrealmoney.us.com/ new slots http://www.toponlinecasinos.us.com las vegas casino slot machines Legal USA blackjack sites for real money online casino play bonus code www.onlinegambling.us.com flash casinos for us players real money slots sign up bonus no download slots casinos usa online casinos newest online casino games I've ranked the best mastercard casinos in the world, here is my site - www.reliabledeposits.org. Review it pls) RTG Brands accepts players worldwide to play any collection of their rtg online casino games. Good Luck! Millions of people have won huge jackpots at www.realmoneyslots247.org. Making money at "real money slots 24/7" is as easy as pie! Get the best selection of casino slot machines at http://www.bestonlinecasinos777.org/. 100 Bonus Spins + 15 Newest slots Wow!!!! - My favorite online casinos for real money - Must see!!

L’analisi del voto del PD di Badolato

pdbadolato Giovedì 1 Aprile 2010 @ 15:23 Condividi su facebook

Sugli esiti delle regionali 2010 il direttivo del PD Badolato si è riunito per un’analisi del voto. La sezione ha vissuto una particolare campagna elettorale caratterizzata da fughe più o meno nascoste di suoi iscritti e diversi equivoci. Anzitutto chi ha fatto campagna elettorale per liste o addirittura coalizioni alternative al PD è espulso dalla sezione PD in maniera automatica. La cosa era già stata chiarita in precedenti riunioni ai diretti interessati, nonché riaffermata in sede pubblica durante la campagna elettorale.     
   Il provvedimento riguarda peraltro alcuni consiglieri comunali con cui a breve si verrà a determinare se e con quale modalità proseguire il percorso amministrativo visto che il gruppo consiliare è comunque espressione di una lista civica.
   Sull’esito elettorale ha indubbiamente pesato la poca convinzione per una campagna elettorale partita in ritardo con scelte che hanno portato demotivazione in molti tesserati e talora a uno scarso impegno. Visto quanto accaduto anche altrove nei paesi dell’area (con membri del PD impegnati a votare e far votare la Destra e visti i risultati del Comprensorio e della Provincia) il dato deve indurre ad una pesante riflessione tutta la classe dirigente regionale. Ma per questo ci saranno a breve i congressi.
    A Badolato il dato di circa 200 voti del PD deve tenere conto di un’altra lista praticamente gemella “Autonomia e Diritti” creata ad hoc per supportare Loiero o per candidare personalità non incluse (per ragioni di spazio) nella lista ufficiale del partito (la stessa cosa hanno fatto pure Scopelliti e Callipo).
    Questa lista (che ha conseguito un risultato lusinghiero in regione) a Badolato va sommata quasi interamente al PD. “Autonomia e Diritti”, infatti, aveva al suo interno tesserati del PD (a Catanzaro i candidati Enzo Ciconte e Francesco Laudadio) e a Badolato ha avuto 125 voti, gran parte dei quali raccolti proprio da membri del nostro direttivo. L’iniziativa pubblica di Enzo Ciconte a Badolato, ad esempio, è stata aperta e moderata dal segretario di Circolo del PD. E Ciconte è un tesserato del PD.
    Per quanto detto, ovviamente, coloro che hanno raccolto voti per Ciconte, Albanese, Laudadio o altri della lista “Autonomia e Diritti” non subiranno alcun provvedimento di espulsione.
   È fin troppo chiaro che senza questo “spezzettamento” e la fuga di coloro che ora non fanno più parte della sezione (i candidati Critelli e Cosco hanno raccolto, solo grazie ai nostri ex membri, almeno un centinaio di voti) il PD sarebbe rimasto tranquillamente il primo partito del paese.
    Altra annotazione emersa nella riunione di ieri: il voto a Badolato è stato caratterizzato dalla presenza di gruppi, più o meno improvvisati, che come ad ogni campagna elettorale sono nati in funzione di specifiche candidature (almeno una dozzina in campo per i partiti del Centro Destra).
    Molti cittadini hanno espresso un voto di chiaro favore a Scopelliti e contro Loiero. Ma in tanti hanno votato non in base a convinzioni politiche ma sulla consueta scorta di promesse, sistemazioni per figli e nipoti, aiutini, velati ricatti, contentini e così via. Questo va chiamato con il suo nome e cioè, semplicemente, voto di scambio: un voto che tra l’altro alimenta un sistema clientelare.
   Il PD a Badolato non usa questi metodi e proprio perché non prende in giro le persone (anche noi potremmo fare promesse a destra e manca) raccoglie meno voti di altri. Fino a quando ci sarà povertà economia che renderà ricattabili le persone deboli e bisognose; fino a quando buona parte delle famiglie si berrà promesse assurde di sistemazione o si renderanno ricattabili anche per i più futili motivi la società civile (malata) darà sempre più forza ad una società politica (marcia) in una terra già umiliata dalla presenza mafiosa.
   Il PD Badolato augura buon lavoro al neo eletto presidente Scopelliti ma dubita che le cose in Regione cambieranno. Scopelliti è già stato assessore regionale e presidente del Consiglio regionale (giunte Chiaravalloti) con esiti disastrosi. In molti verranno a battere cassa nei prossimi mesi e la ‘ndrangheta, come molti osservatori notano, si è schierata in modo netto anche stavolta. Le migliori premesse perché nulla cambi ci sono e il Centro Destra ha gli stessi volti di sempre.
    Per il Centro Sinistra una sconfitta così netta può essere quasi salutare.
   Ci sono cinque anni per cambiare radicalmente. C’è da augurarsi non vengano sprecati.

Il Direttivo PD Badolato, Badolato 1 aprile 2010

    Gil Botulino è il gazzettino badolatese di libera informazione, che vanta zero tentativi di imitazione. Foto, Video, Musica, Libri, Appuntamenti, Promozione, Newsletter. Tutto gratis. Puoi supportarlo, offrendo una birra al prezzo di 5 Euro. Puoi offrire quante birre ti pare sul nostro conto PayPal.

    Clicca sul bottone

4 commenti a “L’analisi del voto del PD di Badolato”

  1. rossodiserail 01 Apr 2010 alle 15:37

    nicola va zappa lo fai solo per non perdere quei 4 voti che ti sono rimasti……….. fino a quando hai sta testa kol cazzo che vedi i nostri………… devi cacciare tutti coloro i quali hanno non hanno votato i candidati della lista del pd…………… cosa centra il candidato a presidente con l’appartenenza al partito?………..
    Spirito di appartenenza mio caro nicola…… se continui così lo perderai anche tu……….

  2. rossodiserail 01 Apr 2010 alle 15:44

    poi se si è tesserati al pd.. perchè votare altro?… CLIENTELA? Ma mi sembra che non fai altro che criticare parretta perchè fa clientela…. bravu nicola bravu………….

  3. starjimil 01 Apr 2010 alle 19:40

    l’analisi di cui sopra e` falsa.il pc di badolato ha sempre fatto favori ai suoi affiliati,vedi canili, non esistenti,con lucroso affitto,rimboscamenti pagati a peso d’oro.personalmente posso dire che mi e` stato offerto un posto in comune se avessi votato pc…..1973.
    destra o sinistra in calabria il malaffare e` dappertutto

  4. nerina valeriail 02 Apr 2010 alle 20:18

    Carissimi,
    leggo e non posso esimermi da… “scompisciarmi dalle risate” come di ceva il grande principe Totò. Ma questa cosè: visione di una realtà interiore? delirio di onnipotenza? (quello che colpisce tutti i grandi dittatori che non vedono i motivi di un declino reale e continuano a sentirsi in una nube di giustizia divina) con le dovute proporzioni per intenderci. Cosa potrebbe essere, rabbia e sgomento per una realtà (quella del PCI) che non cè più (da anni ormai). Caro Nicola, non te la devi prendere così, ciò che esce dalle urne è il frutto dell’operato di questo raggruppamento di uomini alla deriva. Non dimenticare che il tuo candidato alla Regione era sempre un democristiano rappresentante di un sistema vecchio, ma vecchio di quelli che il PCI ha lottato con furore negli anni passati. Quel PCI non c’è più, il suo serbatoio di voti, utilizzato per continuare a gestire potere da parte dei reduci democristiani salvatisi da tangentopoli in contrapposizione ai reduci socialisti e repubblicani, si sta lentamente estinguendo, vuoi per la naturale vecchiaia dell’elettorato, vuoi per una presa di coscienza di un clientelismo latente e trasversale che pervade tutto il sistema politico italiano. Oggi non c’è più la lotta del bianco contro il rosso, ma di sistemi economici che si lottano a vicenda per agguantare il potere, Svegliati e guarda in faccia la realtà. Guarda cosa ha fatto il Centro Sinistra alla regione Calabria in 5 anni di governo e ne troverai una risposta più seria di quella da te esposta. Senza sputare veleno su nessuno, ma semplicemente guardando in casa propria. Pensa che sei stato capace di dubitare di Scopelliti prima ancora del suo insediamento, mentre sei capace di elogiare Loiero dopo 5 anni di governo…diciamo non brillante. E’ forse questo il vero motivo per cui i vostri elettori continuano ad emigrare verso altri lidi.
    Pace e bene

Comments RSS

Lascia un Commento

Devi fare il login per lasciare un commento.