Le News di Badolato Le Foto di Badolato I Video di Badolato La Musica di Badolato I Libri di Badolato
Gil Botulino
Gil Botulino la piazza di Badolato
The German Observer
dal 2001
Home Iscrizione Newsletter Pagine Gialle S UNO TV NEWS RAI3 CALABRIA Sondaggi Meteo Appuntamenti
http://www.slotsforrealmoney.us.com/ new slots http://www.toponlinecasinos.us.com las vegas casino slot machines Legal USA blackjack sites for real money online casino play bonus code www.onlinegambling.us.com flash casinos for us players real money slots sign up bonus no download slots casinos usa online casinos newest online casino games I've ranked the best mastercard casinos in the world, here is my site - www.reliabledeposits.org. Review it pls) RTG Brands accepts players worldwide to play any collection of their rtg online casino games. Good Luck! Millions of people have won huge jackpots at www.realmoneyslots247.org. Making money at "real money slots 24/7" is as easy as pie! Get the best selection of casino slot machines at http://www.bestonlinecasinos777.org/. 100 Bonus Spins + 15 Newest slots Wow!!!! - My favorite online casinos for real money - Must see!!

Agire sui danni alluvionali ed il dissesto del territorio

pdbadolato Sabato 3 Ottobre 2009 @ 23:59 Condividi su facebook

Nei giorni in cui il paese tornava in apprensione e molte famiglie vivevano una nuova tragedia per l’alluvione l’Amministrazione è vergognosamente sparita. Il sindaco è a Roma. La Giunta in vacanza. Gli altri non pervenuti.

107          Gli eventi alluvionali della scorsa settimana, si sono rivelati (fortunatamente) di minore drammaticità rispetto a quelli di alcuni anni fa, ma ci spingono a sottolineare aspetti di assoluta rilevanza per quanto concerne il nostro Comune.
     Il territorio di Badolato è completamente devastato da una presenza edilizia che, al di là dell’abbruttimento della frazione marina, ha determinato gravi disservizi e problemi legati alla incolumità di molte famiglie.          Durante i giorni di forte pioggia alcune di esse sono rimaste intrappolate nella zona “Tiratore”, tra due fiumi in piena, mentre nella 167, nonostante la messa in sicurezza di torrenti come il “Barone” (finalmente un’opera pubblica senza sprecare soldi, nei tempi giusti e dando i risultati per cui è stata progettata!) le case si sono riallagate con danni materiali per famiglie che avevano già subito l’alluvione del 2000.
     A questo punto servono sia interventi immediati che strutturali. I primi per aiutare un minimo le famiglie coinvolte poiché, per questi allagamenti, c’è da ritenere che né lo Stato né la Regione metteranno a disposizione fondi. I secondi per risalire alle cause di questa nuova esondazione ed evitarla in futuro.
     Come partito e forza di opposizione riteniamo di doverci rivolgere all’Amministrazione Comunale ma ci troviamo in seria difficoltà poiché, nei giorni in cui il paese tornava in apprensione e molte famiglie vivevano una nuova tragedia per l’alluvione, l’Amministrazione è vergognosamente sparita.
    Lo diciamo da tempo ed oggi l’assenza cui la maggioranza “La Vela” ci ha abituato in questo suo primo anno ha trovato una deplorevole conferma in questa settimana di difficoltà. È desolante prendere atto della assenza totale degli amministratori (feste escluse) proprio in momenti di crisi e richiesta di aiuto dei cittadini.
    La questione è grave poichè, per prassi, quando si prevedono eventi alluvionali di questo tipo scatta la cosiddetta “allerta meteo” da parte delle prefetture. Ogni “allerta meteo” viene quindi notificata dai carabinieri al sindaco, in sua assenza al vice sindaco o altro assessore. Le pessime previsioni meteorologiche, quindi, non potevano non essere note e comunque, una volta emersa la drammaticità della situazione bisognava essere presenti.
     In tutti i paesi vicini i sindaci e gli assessori sono stati attivi, in strada, al fianco di tecnici e mezzi di soccorso, in contatto con prefetture e forze dell’ordine. Hanno quindi svolto un ruolo importante sia dal punto di vista morale (segnalando la presenza delle istituzioni ai cittadini in difficoltà) che da quello operativo. A Badolato no: il sindaco era a Roma. La Giunta in vacanza. Gli altri non pervenuti. Alle feste tutti presenti, nelle emergenze tutti in letargo: non si può governare il paese così.

     Parlando di devastazione edilizia il sindaco-imprenditore di Badolato dovrebbe mettersi una bella mano sulla coscienza dato che (come dimostra l’ultima la vicenda sugli usi civici) la voglia di costruire sul nostro territorio non l’ha mai persa (facendoci pure una campagna elettorale sopra!).
   È evidente che chi ha prosperato su un modello aggressivo di edilizia privata non vuole farsi carico dei danni e dei rischi che essa comporta alla collettività. Neppure se fa il sindaco. Al riguardo, invece di sperperare soldi (come il Governicchio Berlusconi che pensa al ponte sullo Stretto mentre da quelle parti Messina frana), sarebbe bene lasciare perdere inutili e costosi progetti (come la nuova sala consiliare da 100.000 euro!) per cose più sensate.

     1) Monitorare il territorio e stabilire delle priorità per la messa in sicurezza delle aree più a rischio, sia della Marina che del Borgo. Mettere in cantiere tutte le opere utili a tali necessità intervenendo con fondi comunali per le necessità più urgenti e rischiose (dato che l’inverno è alle porte) e con finanziamenti provinciali (specie strade interne) regionali e nazionali per gli interventi strutturali.

     2) Creare un fondo comunale permanente (da rimpinguare anno per anno) di sostegno alla popolazione che subisce danni per eventi climatici ed altre calamità.

     Tale semplice programma si dovrebbe avviare con il coinvolgimento della popolazione locale e dei tecnici del paese, con regole certe che evitino abusi ed irregolarità. Come detto (basta risparmiare i 100.000 euro della sala consiliare) i soldi ci sono. Bisognerebbe chiedersi, semmai, se in questo paese c’è un’amministrazione.

Il Partito Democratico di Badolato ( http://www.pdbadolato.it/)

    Gil Botulino è il gazzettino badolatese di libera informazione, che vanta zero tentativi di imitazione. Foto, Video, Musica, Libri, Appuntamenti, Promozione, Newsletter. Tutto gratis. Puoi supportarlo, offrendo una birra al prezzo di 5 Euro. Puoi offrire quante birre ti pare sul nostro conto PayPal.

    Clicca sul bottone

4 commenti a “Agire sui danni alluvionali ed il dissesto del territorio”

  1. rossodiserail 04 Ott 2009 alle 13:48

    A parte il fatto che il documento ci sta e come, sarebbe anche opportuno puntualizzare alcune cose.
    1-Come mai il pd di badolato tace ormai da mesi e praticamente non fa l’opposizione anche se poi li senti parlare e scopri che sono pure convinti di farla e soprattutto di saperla fare?
    quanto meno c’è da interrogarsi come mai si parla di sprechi di soldi come la sala consigliare e non si parla di spreco di soldi per cene istituzionali,come lo stesso pd denunciava appena un anno fà, forse perchè a cenare stavolta ci sono andati pure loro? a voi scoprire il mistero io una mia idea già ce l’ ho!!!
    2-Credo che sia ora che chi ha sbagliato nel concedere agli abitanti della zona 167 il permesso di unbanizzare l’area adiacenteal torrente barone paghi di tasca propria, senza che lo facciano tutti i cittadini per colpa di scelte prepotenti e sconsiderate di quella amministrazione, che se non sbaglio è rappresentata anche nella amministrazione la vela………… ma non mi sbaglio!!!!
    3- Serve un intervento di un professionista che riesca con una programmazione di intervento a lungo termine a risolvere i problemi di dissesto idrogeologico dovuti all’abusivismo edilizio e non solo…………
    naturalmente serve trovare un professionista serio e preparato che abbia già risolto questi problemi in altri posti a costo anche di farlo venire dal nord, pecchi ca non dava, soprattutto a badolato!!!
    4-a propositu e chissu dicia ca supa u tg3 regionale oija nescia badolatu proprio per questi problemi di dissesto idrogeologico ……………… buona visione!!!

  2. Nicola Criniti segretario PD Badolatoil 04 Ott 2009 alle 17:26

    Vincenzo, hehe…sei troppo simpatico!

  3. nerina valeriail 04 Ott 2009 alle 21:05

    Carissimi,
    leggo il commento di Rossodisera o di chi per lui e mi sono veramente scompisciata dalle risate. Pensate che nel nostro Ufficio Tecnico comunale, da moltissimi anni lavorano grandissimi luminari, tantè che Badolato non ha problemi di dissesto idrogeologico. Sentita l’intervista di Pasquale Larocca in merito alla possibile frana in zona montemanno, mi domando dove ca…era il medesimo quando sono stati operati quei terrazzamenti. Non era forse pagato per vigilare ed organizzare il territorio badolatese? Ma forse era troppo impegnato a cercar cavilli da proporre a tutti quelli che hanno avuto bisogno di quell’Ufficio, in quei frangenti si che era solerte e ligio, altro che. E cu ta dava na licenza. E dove ca..era il suo subordinato, altro scienziato delle ricerche e delle teorie (solo teorie però..pratica niente, neanche a parlarne) su internet, (guardava ntante di quelle leggi e commenti che arrivava sempre alla stessa conclusione…”on si po fara nenta”) forse stava studiando i metodi di costruzione antisismici dei giapponesi o forse stava guardando qualche homepage più piacevole? Mah….valli a capire sti commentatori, hanno assunto una personalità così sdoppiata da credersi un’altra persona. Che bel cast potremmo girare un bel film…comico ovviamente.
    Pace e bene

  4. rossodiserail 05 Ott 2009 alle 00:08

    cara nerina,pe mia non parra nessunu anche perchè non ce ne è bisogno!!! Poi, visto ca volimu u dicimu i cosi comu stannu dicimoli tutti…………………. Concordo sicuramente in gran parte di quello che sostieni…….per cui ti dico che questa volta dalle risate mi sto scasciando io hahahahahahahahhahahahahahahahahahahha ;-) chissa e a realtà mi dispiacia sulu ca non voliti u ci criditi!!!

Comments RSS

Lascia un Commento

Devi fare il login per lasciare un commento.